La chimica dell’attrazione sessuale PDF Stampa E-mail

La chimica dell’attrazione sessuale

Attrazione sessualeIn presenza di stimoli sessualmente eccitanti, nel cervello avvengono dei cambiamenti neurochimici.

Le reazioni chimiche del cervello, innescate ad esempio da un’immagine sessuale, possono portare una persona a sentirsi ancor più attratta da quella immagine-stimolo,  oppure possono fornire la motivazione ad impegnarsi in comportamenti particolari.

La dopamina (neurotrasmettitore coinvolto in moltissime funzioni: piacere, eccitazione, desiderio e attrazione) svolge ad esempio un ruolo importante nella motivazione: se il cervello rilascia dopamina, ci si sente immediatamente attratti dall’oggetto della nostra attenzione, costretti ad avvicinarci, a vivere più intensamente le emozioni che lo stimolo ci suscita.

Quando invece raggiungiamo una certa eccitazione, come capita prima o durante l’orgasmo, il cervello rilascia l’ossitocina, un neurotrasmettitore che ha un ruolo importantissimo nel legame madre-bambino (non va dimenticato che recenti studi hanno dimostrato che la somministrazione artificiale di ossitocina può essere utile anche per rendere gli uomini più sensibili e per aiutare i bambini autistici a stabilire delle relazioni sociali).

La combinazione di ossitocina e dopamina (DO) spiega perché, dopo aver fatto sesso con qualcuno, ci si sente improvvisamente più legati, anche dal punto di vista emotivo. La combinazione DO può essere dunque un’arma fortissima nel gioco dell’attrazione, una vera e propria pozione biochimica che spinge alla ricerca del vero amore.

Inoltre, quando le fantasie sessuali sono potenti, non c’è neanche bisogno di impegnarsi realmente in un’attività sessuale: le risposte del  neurotrasmettitore avvengono spontaneamente. Si pensi alle fantasie sessuali o alla pornografia: spesso possono risultare altrettanto eccitanti di una persona in carne e ossa, forse anche di più…

La ricerca ha già dimostrato come, associando uno stimolo piacevole con uno stimolo inizialmente neutro, si arrivi al rilascio di dopamina, anche in presenza del solo stimolo neutro (come nel condizionamento classico). Allo stesso modo, anche in assenza di stimoli sessuali, al solo rievocare le esperienze piacevoli vissute in precedenza mentre si era impegnati in questa attività, si può innescare la risposta DO.

Conclusione: non siamo dei semplici schiavi dei nostri neurotrasmettitori, ma non possiamo neanche dire di non esserne molto influenzati…

Dr. Giuliana Proietti

 

Regolamentare la Prostituzione?





 

Ultimi argomenti dal Forum

Altri argomenti nel forum »

Banner

locali in evidenza:

Banner

Perchè nasce casedipiacere.it

Il tema della cosiddetta “Regolamentazione” della prostituzione è un argomento sulla bocca di tutti, ma nessuno concretamente ha fatto qualcosa per risolvere definitivamente questo problema.

Personalmente sono dell'opinione che tutti quanti noi stiamo vivendo nell'ipocrisia più totale: 

il problema viene vissuto, come prima dicevo, almeno a parole da tutti ma al tempo stesso nessuno fa niente o, ancor meglio, tutti sono convinti di non poter fare nulla a riguardo. Non è così perché non possiamo più nasconderci dietro un dito e continuare a mettere la testa sotto la sabbia, ma dobbiamo trovare una soluzione e per fare questo dobbiamo parlare a chiare lettere e confrontarci al fine di trovare delle vere proposte risolutive.

Con questo sito vorrei riuscire a formare un gruppo unito e solido per far sì che, in un modo o nell’altro, possa emergere realmente quello che la maggior parte delle persone vuole.

casedipiacere.it, TV, ITALIA | Il portale che da voce alle vostre opinioni | 
Copyright © 2014. Case di piacere. Designed by advclinik.com

S5 Box

modulo Registrazione

*
*
*
*
*

I campi con il simbolo (*) sono obbligatori.
Effettuando la registrazione dichiaro di essere maggiorenne


IMPORTANTE
Riceverai una e-mail per confermare la registrazione - Se non dovesse arrivare controlla nei filtri antispam