Benvenuto, Ospite
Nome Utente Password:

Pagare tasse per un lavoro che non esiste per lo stato?
(1 Online) (1) Ospite
  • Pagina:
  • 1

ARGOMENTO: Pagare tasse per un lavoro che non esiste per lo stato?

Pagare tasse per un lavoro che non esiste per lo stato? 3 Anni, 2 Mesi fa #179

  • augusto
  • Offline
  • Administrator
  • Messaggi: 35
  • Karma: 5
Sono numerose le segnalazioni di prostitute che riferiscono di essere condannate a pagare di ingenti sanzioni per la mancata dichiarazioni dei redditi derivanti dalla loro attività.
Questa è un ulteriore assurdità delle nostre istituzioni perchè sussista l'individuazione di un regime fiscale per i proventi della libera prostituzione ,deve esistere un rapporto tra contribuente e Stato in cui quest'ultimo garantisca al contribuente le opportune forme di tutela,regolarizzazione e assistenza nel pieno rispetto dei diritti lavorativi.
La legislazione Italiana non regolamenta in alcun modo l'aspetto fiscale relativo all'esercizio di un attività di tipo meretricio,non essendo questa una professione civilisticamente riconosciuta.
Che ne pensate???????
Ultima modifica: 3 Anni, 2 Mesi fa Da Administrator.
Ringraziano per il messaggio: Paolo, Arcangelo Macedonio

Re: Pagare tasse per un lavoro che non esiste per lo stato? 3 Anni, 1 Mese fa #196

  • michele
  • Offline
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 2
  • Karma: 2
incredibile,parlando con una ragazza che lavora in un bordello in austria(praticamente una prostituta),sono venuto a sapere che in austria ogni prostituta paga 13 euro di tasse al giorno più una visita medica obbligatoria a settimana che sicuramente le costerà qualcosa.Ciò,considerando le migliaia di proostitute presenti in austria,significa che lo stato ha delle entrate pazzesche,che triplicherebbero nel caso dell'italia avendo un numero sicuramente più elevato di prostitute.A questo va aggiunto il movimento di soldi che viene a crearsi,in quanto comunque le ragazze stesse i soldi cher guadagnano li spendono in affitti,vestiti,alimentari creando ulteriori entrate fiscali per lo stato,risolvendo sicuramente qualche problema di debito pubblico e potendo abbassare così sicuramente qualche altra tassa favorendo così tutti i cittadini.Spero che qualcuno un giorno si dia una svegliata,dobbiamo capire che sarebbe una cosa a vantaggio di tutti,questo è il mio parere.
Ringraziano per il messaggio: Paolo

Re: Pagare tasse per un lavoro che non esiste per lo stato? 3 Anni, 1 Mese fa #197

  • Paolo
  • Offline
  • Moderator
  • Messaggi: 20
  • Karma: 0
michele ha scritto:
incredibile,parlando con una ragazza che lavora in un bordello in austria(praticamente una prostituta),sono venuto a sapere che in austria ogni prostituta paga 13 euro di tasse al giorno più una visita medica obbligatoria a settimana che sicuramente le costerà qualcosa.Ciò,considerando le migliaia di proostitute presenti in austria,significa che lo stato ha delle entrate pazzesche,che triplicherebbero nel caso dell'italia avendo un numero sicuramente più elevato di prostitute.A questo va aggiunto il movimento di soldi che viene a crearsi,in quanto comunque le ragazze stesse i soldi cher guadagnano li spendono in affitti,vestiti,alimentari creando ulteriori entrate fiscali per lo stato,risolvendo sicuramente qualche problema di debito pubblico e potendo abbassare così sicuramente qualche altra tassa favorendo così tutti i cittadini.Spero che qualcuno un giorno si dia una svegliata,dobbiamo capire che sarebbe una cosa a vantaggio di tutti,questo è il mio parere.


Grazie per il contributo. Ti va di spiegare le leggi sulla prostituzione in Austria? Puoi aprire una discussione nella seguente sezione: www.casedipiacere.it/forum/Bordelli---FKK-Austria
Se invece non conosci le leggi, non fa niente, ma sarebbe interessante parlare delle leggi sulla prostituzione nei vari Stati.

Re: Pagare tasse per un lavoro che non esiste per lo stato? 2 Anni, 6 Mesi fa #319

STO ORGANIZZANDO UN WEK END di sesso sfrenato DI TRE GIORNI, venerdì sabato e domenica quindi,con ragazze dell'est ma in Italia, inutile dire ke sono tutte bellissime e disponibilissime a qualsiasi gioco erotico, per puro piacere visto ke qui in italia nulla è permesso...arriveranno 10 ragazze per la data ke stabilerò, quindi si SELEZIONANO 10 singoli per il wek end, ogni singolo ha la sua dama tutta sua per tutto il wek end. Ogni singolo avrà una spesa di 2.000, ke servono per l'alloggio della coppia,quindi il singolo e la ragazza,biglietto di aereo per la ragazza,pranzi cene e divertimenti; sarà un wek end indimenticabile.Plus: Ki ha il desiderio di avere due ragazze anzikè di una e magari bsx per tutto il wek end, è fattibilissimo, spenderà il doppio ovviamente.Per prenotazioni e maggiori info, visitate il mio profilo, ed in basso a destra ci sono tutti i miei recapiti.

Re: Pagare tasse per un lavoro che non esiste per lo stato? 2 Anni, 6 Mesi fa #320

  • Paolo
  • Offline
  • Moderator
  • Messaggi: 20
  • Karma: 0
Michel De Castle ha scritto:
STO ORGANIZZANDO UN WEK END di sesso sfrenato DI TRE GIORNI, venerdì sabato e domenica quindi,con ragazze dell'est ma in Italia, inutile dire ke sono tutte bellissime e disponibilissime a qualsiasi gioco erotico, per puro piacere visto ke qui in italia nulla è permesso...arriveranno 10 ragazze per la data ke stabilerò, quindi si SELEZIONANO 10 singoli per il wek end, ogni singolo ha la sua dama tutta sua per tutto il wek end. Ogni singolo avrà una spesa di 2.000, ke servono per l'alloggio della coppia,quindi il singolo e la ragazza,biglietto di aereo per la ragazza,pranzi cene e divertimenti; sarà un wek end indimenticabile.Plus: Ki ha il desiderio di avere due ragazze anzikè di una e magari bsx per tutto il wek end, è fattibilissimo, spenderà il doppio ovviamente.Per prenotazioni e maggiori info, visitate il mio profilo, ed in basso a destra ci sono tutti i miei recapiti.


La tua idea mi piace, ma devo ricordarti che è fuori tema in questa discussione. Ti consiglio di aprire una discussione nuova nella sezione «Parole in libertà»; in alternativa, puoi chiedere agli amministratori del forum di aprire una sezione apposita per eventi di questo tipo.

Re: Pagare tasse per un lavoro che non esiste per lo stato? 2 Anni, 6 Mesi fa #321

  • VITTORIO
  • Offline
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 11
  • Karma: 0
Penso che in Italia quel mestiere non sarà mai legalizzato, a causa del particolare stato di soggezione mentale in cui langue la popolazione. Sono secoli che siamo condizionati mentalmente dalla religione di Stato. I paesi protestanti si sono affrancati da queste pastoie già da tempo ma noi "cattolici" no. Attualmente si vede anche all'orizzonte la prossima entrata in scena di un nuovo partito cattolico che dovrebbe prendere il posto della coalizione apparentemente "laica" oggi al governo. Quindi nessuna speranza per il futuro. Già adesso le vecchie proposte di legalizzare il mestiere più genuino del mondo, da parte di quei partiti che sembrava volessere far vedere i muscoli, si sono rivelate delle false promesse per raschiare tutti i voti possibili. Ma quali eros center tanto strombazzati! Bastava che il Governo mettesse ai voti la cosa in Parlamento (i numeri ci sono anche adesso perché quelli sono pur sempre dei grandi puttanieri)e se non lo ha fatto il Direttore d'orchestra è perchè è schiavo del Vaticano, l'unico vero potere forte in Italia.
E poi le premesse sono sbagliate: il massimo che si sente dire, è che bisogna legalizzarla per motivi di igiene e ordine pubblico. Minchiate! Va legalizzata perché è un mestiere, un lavoro artigiano, che ha diritto ipso facto di esistere come tutti gli altri. Ma l'ipocrisia imperante è come la nebbia in val Padana: soffoca e ottunde tutto...

Re: Pagare tasse per un lavoro che non esiste per lo stato? 5 Mesi, 1 Settimana fa #406

  • Vincenzo
  • Offline
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 4
  • Karma: 0
Possono aprire una Partita Iva usando un codice Ateco di una prestazione di servizi confinante e fatturare con quello.
Chiunque può farsi pagare per fare compagnia o accudire un'altra persona, dalla baby sitter alla badante, passando per chi è massaggiatore professionale o accompagnatore.
Io mi prostituirei facendo il sesso gratis e facendo pagare tutto il resto. Non so,gente svelta se mi intendi...
  • Pagina:
  • 1
Tempo generazione pagina: 0.60 secondi

Perchè nasce casedipiacere.it

Il tema della cosiddetta “Regolamentazione” della prostituzione è un argomento sulla bocca di tutti, ma nessuno concretamente ha fatto qualcosa per risolvere definitivamente questo problema.

Personalmente sono dell'opinione che tutti quanti noi stiamo vivendo nell'ipocrisia più totale: 

il problema viene vissuto, come prima dicevo, almeno a parole da tutti ma al tempo stesso nessuno fa niente o, ancor meglio, tutti sono convinti di non poter fare nulla a riguardo. Non è così perché non possiamo più nasconderci dietro un dito e continuare a mettere la testa sotto la sabbia, ma dobbiamo trovare una soluzione e per fare questo dobbiamo parlare a chiare lettere e confrontarci al fine di trovare delle vere proposte risolutive.

Con questo sito vorrei riuscire a formare un gruppo unito e solido per far sì che, in un modo o nell’altro, possa emergere realmente quello che la maggior parte delle persone vuole.

casedipiacere.it, TV, ITALIA | Il portale che da voce alle vostre opinioni | 
Copyright © 2014. Case di piacere. Designed by advclinik.com

S5 Box

modulo Registrazione

*
*
*
*
*

I campi con il simbolo (*) sono obbligatori.
Effettuando la registrazione dichiaro di essere maggiorenne


IMPORTANTE
Riceverai una e-mail per confermare la registrazione - Se non dovesse arrivare controlla nei filtri antispam