Perché regolamentare la prostituzione? PDF Stampa E-mail

Perché regolamentare la prostituzione?

Fonte: foto tratta da "www.amsterdamtour.it"

Partiamo dalla conclusione. Alla fine dell’incontro, al momento della votazione, il 69% dei presenti si è espresso a favore della regolamentazione e tassazione della prostituzione, il 20% si è dichiarato contrario e l’11% si è astenuto dal giudizio. Dibattito acceso, molto interessante, che ha certamente toccato tematiche molto sensibili. Due relatrici, opposti punti di vista, un unico obiettivo: tutelare al meglio le “lavoratrici del mercato del sesso”.

Molto diversi i “livelli” dei due interventi: quello contrario, di natura etica, volto a sostenere la necessità di abolire un’attività degradante come la prostituzione (prevaricazione dell’uomo nei confronti della donna) punendo i clienti; quello favorevole, maggiormente pragmatico, finalizzato ad avanzare proposte atte a limitare al massimo i danni che questo mercato, già presente, produce sulle prostitute.

Siccome per noi sociologi “vox populi” è “vox dei”, mi concentrerò sull’intervento che ha riscosso il favore dei presenti. Il ragionamento è semplice: a meno che non si voglia uno stato etico, è necessario imparare a distinguere il piano della morale da quello delle leggi. Regolamentare significa in primo luogo permettere alle lavoratrici (e ai lavoratori) di questo settore di poter tutelare i propri diritti e la propria dignità in un tribunale, limitando le vessazioni alle quali sono quotidianamente sottoposti. Inoltre, la presenza di leggi consentirebbe loro di versare contributi per avere una pensione e di godere di diritti ad oggi preclusi (ferie, malattia, etc). Le tutele, almeno in linea teorica, dovrebbero facilitare la fuoriuscita da questo mercato per chi volesse cambiare mestiere.

Ovviamente, tutti questi discorsi valgono soprattutto in linea teorica. La realtà dimostra che anche negli Stati in cui la legislazione è maggiormente avanzata i problemi permangono, anche se meno acuti. E il futuro non appare roseo. Recenti studi hanno mostrato come negli ultimi anni, soprattutto nei paesi anglosassoni, si sia sviluppata anche la prostituzione maschile. E forse è questo quello che ci attende: parità di accesso alla prostituzione come prodotto della parità di genere.

 

Regolamentare la Prostituzione?





 

Ultimi argomenti dal Forum

Altri argomenti nel forum »

Banner

locali in evidenza:

Banner

Perchè nasce casedipiacere.it

Il tema della cosiddetta “Regolamentazione” della prostituzione è un argomento sulla bocca di tutti, ma nessuno concretamente ha fatto qualcosa per risolvere definitivamente questo problema.

Personalmente sono dell'opinione che tutti quanti noi stiamo vivendo nell'ipocrisia più totale: 

il problema viene vissuto, come prima dicevo, almeno a parole da tutti ma al tempo stesso nessuno fa niente o, ancor meglio, tutti sono convinti di non poter fare nulla a riguardo. Non è così perché non possiamo più nasconderci dietro un dito e continuare a mettere la testa sotto la sabbia, ma dobbiamo trovare una soluzione e per fare questo dobbiamo parlare a chiare lettere e confrontarci al fine di trovare delle vere proposte risolutive.

Con questo sito vorrei riuscire a formare un gruppo unito e solido per far sì che, in un modo o nell’altro, possa emergere realmente quello che la maggior parte delle persone vuole.

casedipiacere.it, TV, ITALIA | Il portale che da voce alle vostre opinioni | 
Copyright © 2017. Case di piacere. Designed by advclinik.com

S5 Box

modulo Registrazione

*
*
*
*
*

I campi con il simbolo (*) sono obbligatori.
Effettuando la registrazione dichiaro di essere maggiorenne


IMPORTANTE
Riceverai una e-mail per confermare la registrazione - Se non dovesse arrivare controlla nei filtri antispam