Tosi: "No alle case chiuse, ma regolamentare la prostituzione PDF Stampa E-mail

Tosi: "No alle case chiuse, ma regolamentare la prostituzione"

 

Il sindaco di Verona: "Se è un'attività consolidata e autonoma, la donna deve essere tutelata"

Tosi: "No alle case chiuse, ma regolamentare la prostituzione"
Si ritorna a parlare di prostituzione nelle grandi città, si ritorna a parlare di "case chiuse". La città in questione è Verona, e la polemica si riapre con le parole di Flavio Tosi, primo cittadino leghista della città scaligera. "La prostituzione al chiuso può e deve essere controllata. Occorre che il Parlamento intervenga regolamentando questa attività", dichiara il sindaco, che si dice contrario alle "'case chiuse' gestite dallo Stato".
Tosi poi spiega bene il senso delle sue parole: "Nel momento in cui un'attività si consolida e si può definire autonoma, senza sfruttamento, con tutti i controlli sanitari e di sicurezza, senza problemi di illegalità e degrado, credo possa essere considerata un'attività professionale e come tale debba essere regolamentata". Come dire, chi sceglie di fare questo lavoro deve essere tutelato, con delle norme ad hoc. "In tutti i paesi occidentali moderni - ha concluso Tosi - c'è una normativa su come si può esercitare la prostituzione, senza arrecare disturbo ai residenti e senza problemi di sicurezza. Per questo auspico che il Parlamento intervenga con una normativa".

Proprio oggi, a Verona, la polizia municipale ha messo i sigilli a un appartamento in cui una cittadina brasiliana si prostituiva. La segnalazione era stata fatta da una cittadina direttamente al sindaco. Che ha deciso di intervenire in prima persona.
 

Regolamentare la Prostituzione?





 

Ultimi argomenti dal Forum

Altri argomenti nel forum »

Banner

locali in evidenza:

Banner

Perchè nasce casedipiacere.it

Il tema della cosiddetta “Regolamentazione” della prostituzione è un argomento sulla bocca di tutti, ma nessuno concretamente ha fatto qualcosa per risolvere definitivamente questo problema.

Personalmente sono dell'opinione che tutti quanti noi stiamo vivendo nell'ipocrisia più totale: 

il problema viene vissuto, come prima dicevo, almeno a parole da tutti ma al tempo stesso nessuno fa niente o, ancor meglio, tutti sono convinti di non poter fare nulla a riguardo. Non è così perché non possiamo più nasconderci dietro un dito e continuare a mettere la testa sotto la sabbia, ma dobbiamo trovare una soluzione e per fare questo dobbiamo parlare a chiare lettere e confrontarci al fine di trovare delle vere proposte risolutive.

Con questo sito vorrei riuscire a formare un gruppo unito e solido per far sì che, in un modo o nell’altro, possa emergere realmente quello che la maggior parte delle persone vuole.

casedipiacere.it, TV, ITALIA | Il portale che da voce alle vostre opinioni | 
Copyright © 2017. Case di piacere. Designed by advclinik.com

S5 Box

modulo Registrazione

*
*
*
*
*

I campi con il simbolo (*) sono obbligatori.
Effettuando la registrazione dichiaro di essere maggiorenne


IMPORTANTE
Riceverai una e-mail per confermare la registrazione - Se non dovesse arrivare controlla nei filtri antispam